La maggior parte delle persone esiste, questo è tutto

JULIANA AYENI-STEVENS: “VOLEVO SCRIVERE DI UNA DONNA NIGERIANA NERA E BRITANNICA CHE ERA QUEER”

Mentre il brillante lavoro di Talawa continua, siamo trattati con una nuova voce sul blocco: Juliana Ayeni-Stevens. Parla con AYT del suo spettacolo auto-biografico, Work this Pussy, l’atto rivoluzionario di essere una donna divertente e masturbarsi.

Juliana Ayeni-Stevens è una personalità gregaria ed eccitata quando la prendo in una pausa pranzo dalla sala prove. Si sta preparando per il debutto del suo primo lungometraggio, Work This Pussy, che viene trasmesso in diretta dalla principale compagnia teatrale britannica, Talawa.

Sul sito web di Talawa, spiega il nome della società ‘deriva da un termine patois giamaicano e significa coraggioso e forte’. Ayeni-Stevens pensa che questo sia interamente il lavoro di questa figa. Lei sgorga che Talawa è, ” una società che ho ammirato e amato quando si trattava di lavorare con i creativi neri.”Talawa ha già lavorato con artisti del calibro di Malorie Blackman e Michaela Coel e Ayeni-Stevens aggiunge che,” avere l’opportunità di dire la mia a Talawa è surreale is ho appena avuto un momento di wow per il fatto che hanno visto quello che ho scritto ed erano come, otteniamo questo.”Quello che sicuramente ottengo chiacchierando con Ayeni-Stevens, è che la commedia è uno strumento potente che non può essere sottovalutato nella sua capacità di affrontare nuovi e impegnativi argomenti di conversazione.

Quando Ayeni-Stevens è venuto a scrivere il lavoro Questa figa, ha deciso che voleva raccontare la storia di ” un nero, donna nigeriana britannico che era queer, ma non sapeva come venire a patti con la sua queerness.”Si scopre che il gioco è semi-autobiografico. Ayeni-Stevens dice: “è stata un’opportunità per me di raccontare una parte della mia storia.” Nella vita reale”, ci sono voluti anni e anni per iniziare a esprimere che… Non c’è mai stata quella sensazione di accoglienza [discussione sulla sua sessualità]. Quindi, ci sono elementi di verità nei paralleli della storia con i miei.”C’è una dicotomia costante qui tra l’argomento e la consegna del pezzo. Kathryn è un personaggio garrulous che mantiene il pubblico ridere mentre sperimentando lotte molti di noi possono probabilmente riguardare.

Chiedo ad Ayeni-Stevens perché la commedia le viene così naturale quando scrive. Lei ridacchia, ” la prima volta che ho baciato una ragazza e la prima volta che mi sono masturbato – questi sono i tipi di storie che sono davvero divertenti quando li senti ad alta voce.”Questa volta ridiamo e scambiamo storie di conversazioni che abbiamo avuto amiche e come possono portare ai momenti più preziosi della commedia.

Parlando della sua ispirazione per la scrittura di un gioco così divertente, Ayeni-Stevens mi chiede di immaginare “guardando questo spettacolo comico in cui la donna non dà scopa e lei è in grado di dire quello che ha bisogno di dire, ma c ” è ancora questa sensazione di avere paura di quello che ha bisogno di dire.”In definitiva, con questo atto di bilanciamento tra dare ‘no fucks’ e avere solo un po’ paura delle conseguenze, l’umorismo ne deriva naturalmente.

“Dico ai miei fratelli e al mio compagno, penso di essere divertente e loro sono come, ‘Non lo vedo’ think penso di essere esilarante, quindi mi piacerebbe scrivere commedie in futuro. Il dramma è qualcosa con cui ho sempre voluto iniziare a scrivere, ma think penso di aver trovato la mia voce da commedia e mi fido.”La schiettezza di Ayeni-Stevens mi fa ridere, anche se mi fa considerare il rapporto tra le donne che sono divertenti e l’atto apparentemente rivoluzionario di loro che ne deriva la fiducia. Dopotutto, è un comune, misogino put-down che le donne non sono divertenti. Commedia stessa può essere difficile da tirare fuori e Ayeni-Stevens sottolinea che nella commedia TV, ci sembra di essere un “regola-libro scritto.”Le chiedo se pensa che ci sia un certo grado di gatekeeping all’interno del genere, così spesso dominato da voci maschili. “C’è un’aspettativa di come la commedia dovrebbe imbattersi nella pagina just solo battuta dopo battuta, mentre in realtà a volte si tratta di permettere alla voce di quella persona di farlo per te.”

Ayeni-Stevens aggiunge anche che nel lavoro Questa figa, ” c “è un senso che io non sono il primo e non sarò l” ultimo ad avere queste storie divertenti sui miei incontri con le donne, ma sono felice di condividere.”Certo, negli ultimi anni abbiamo avuto l’opportunità di ascoltare storie più franche di donne che crescono all’interno di una società patriarcale, eteronormativa e razzista, tuttavia, Work This Pussy riguarda la diffusione della gioia attraverso questa discussione.

In definitiva, la commedia serve anche a coinvolgere il pubblico e aiuta a capovolgere la narrazione che essere queer e nero nei tempi moderni deve essere una storia di lotta. Ancora, mentre noi vediamo storie più queer nella cultura mainstream, donne che amano le donne sono meno concentrati su e le donne di colore caratteristica come una percentuale ancora più piccola di quelle storie. Ayeni-Stevens ammette che, ” Sono solo una persona che ha scritto qualcosa e vuole che la gente a godere.”Dopo aver visto la commedia in precedenza, Ayeni-Stevens ha trovato molto a cui relazionarsi. Elabora la sensazione che ottiene, ” non è la mia vita, ma lo capisco. Mi è piaciuto molto che la storia viene raccontata.”Non tutti si riferiranno alla situazione in cui Kathryn si trova, ma penso che tutti saranno certamente in grado di godersi l’intelligente e tempestoso romp che funziona con questa figa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *