La maggior parte delle persone esiste, questo è tutto

Potremmo affrontare restrizioni coronavirus durante il Natale?

Le celebrazioni natalizie sono a rischio quest’anno da Covid?

Questa è la domanda sulla mente di molte persone come l’aumento dei tassi di infezione quotidiana hanno portato a preoccupazioni da parte di esperti di salute.

Alcuni scienziati ritengono che i numeri siano già fuori controllo, con una media di 40.000 infezioni giornaliere ogni giorno la scorsa settimana.

Mentre i ricoveri ospedalieri e le morti quotidiane sono molto più bassi rispetto al picco di gennaio, ci sono timori che questo potrebbe cambiare nelle prossime settimane, ribaltando il NHS oltre il limite a causa di un’intensa pressione.

Nonostante queste preoccupazioni, Boris Johnson ha respinto le richieste di restrizioni più severe e ha insistito sul fatto che “i vaccini sono la nostra strada attraverso l’inverno”.

Ci sarà un altro blocco questo Natale?

Il primo ministro ha insistito che non c’è “assolutamente nulla per indicare che questo è sulle carte a tutti”.

Lunedì il segretario alla salute Sajid Javid ha detto che il Natale dovrebbe essere” normale ” quest’anno, anche se ha suggerito che questo era subordinato alle persone che ottengono i loro colpi.

Il cancelliere Rishi Sunak ha anche aggiunto che il lancio del vaccino e i colpi di richiamo rendono improbabile qualsiasi blocco o “restrizioni economiche significative”.

Tuttavia, il consigliere governativo Professor Peter Openshaw ha detto che teme “un altro Natale di blocco se non agiamo presto”.

Ha detto: “Sappiamo che con le misure di salute pubblica il tempo di agire è immediatamente. Non ha senso ritardare.

“Se ritardi, devi prendere azioni ancora più severe in seguito. L’immediatezza della risposta è assolutamente vitale se hai intenzione di tenere le cose sotto controllo.

“Vogliamo tutti davvero, davvero un meraviglioso Natale in famiglia dove possiamo tornare tutti insieme.

“Se questo è ciò che vogliamo, dobbiamo mettere in atto queste misure ora al fine di ridurre le velocità di trasmissione in modo che possiamo effettivamente riunirci e vederci a Natale.”

Che cos’è il Piano B?

Attualmente il governo spera che il programma vaccinale avrà successo e il paese non dovrà tornare alle restrizioni Covid.

Il piano B è un’azione alternativa che potrebbe vedere i rivestimenti obbligatori della maschera facciale all’interno, la guida per lavorare da casa e i passaporti dei vaccini.

Il piano è progettato per proteggere il NHS da “pressione insostenibile” – anche se non esiste una definizione concordata di cosa significhi.

Il governo ha detto che il NHS non è attualmente sotto pressione insostenibile, ma i leader sanitari non sono d’accordo.

Quanti casi sono troppi?

Il segretario alla salute ha avvertito che i casi registrati potrebbero colpire più di 100.000 al giorno durante l’inverno.

Al momento le morti sono lontane dai picchi precedenti di 136 al giorno.

Ma il rischio per il NHS essere sopraffatti non è solo da casi di Covid.

I ricoveri ospedalieri per l’influenza stagionale, i soliti viaggi e cadute invernali e il gigantesco compito di continuare a cancellare l’arretrato di cure causato dalla pandemia probabilmente causeranno una pressione sostenuta sul NHS questo inverno.

Il dottor Nick Scriven, ex presidente della Society for Acute Medicine, ha dichiarato: “Le aree del NHS stanno attualmente vivendo condizioni al di fuori dell’esperienza di chiunque e questo arriva dopo due anni di pressione incessante.”

Il governo ha detto che sta tenendo traccia dei dati su base giornaliera, compresi i casi di Covid-19, ricoveri ospedalieri e decessi.

Cosa ne pensano pub e ristoranti?

Il capo dell’ospitalità britannica Kate Nicholls ha avvertito che la stagione natalizia è “disperatamente importante” per la sopravvivenza di pub, bar e ristoranti e ha resistito alle richieste di Piano B da portare.

Ha detto: “Molte aziende sono ancora fragili. Qualsiasi colpo a questo punto nel tempo potrebbe avere un impatto sulla redditività. La gente andrà al muro.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *